detrazione costi intermediazione casa

Detrazioni fiscali Irpef, ecco come scaricare le spese di intermediazione immobiliare

Le spese di intermediazione che vengono pagati agli agenti immobiliari rappresentano oneri provvigionali in grado di divenire oggetto di detrazione nelle dichiarazioni dei redditi, contribuendo così ad abbassare almeno parzialmente la pressione fiscale Irpef.

Ma in che modo il legislatore fiscale ha permesso agli acquirenti di una prima abitazione di proprietà di poter portare in detrazione nella propria dichiarazione dei redditi le spese di intermediazione? Quali sono i documenti da conservare? Quali sono i limiti per la detrazione fiscale Irpef sui costi di intermediazione immobiliare? E che cosa accade quando ad acquistare casa sono almeno due proprietari? Leggi tutto Detrazioni fiscali Irpef, ecco come scaricare le spese di intermediazione immobiliare

report immobiliare OMI II trimestre 2017

Compravendite di abitazioni, prosegue il rialzo degli ultimi 3 anni

Stando alle rilevazioni formalizzate dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, nel corso del II trimestre 2017 le compravendite di abitazioni avrebbero conseguito un rialzo di oltre 5.000 unità su base annua, per un volume totale di 145.529 NTN.

Pur in evidente rallentamento (+ 3,8%, ex +8,6%), il tasso di crescita tendenziale conferma comunque la buona prosecuzione di un sentiero di ripresa che ha caratterizzato gli ultimi 3 anni, e che pur su ritmi più contenuti dovrebbero continuare a contraddistinguere il mercato ancora a lungo. Leggi tutto Compravendite di abitazioni, prosegue il rialzo degli ultimi 3 anni

deposito prezzo notaio

Compravendite immobiliari, ecco il conto di deposito per tutelare chi compra casa

La legge sulla concorrenza (n. 124/2017) ha introdotto il conto di deposito del notaio per tutelare chi compra casa. Una novità non irrilevante nel panorama delle transazioni immobiliari, che consiste nella facoltà di richiedere il deposito del prezzo al notaio rogante fino a quando la compravendita non diviene definitiva, ovvero fino al momento della trascrizione del contratto. Leggi tutto Compravendite immobiliari, ecco il conto di deposito per tutelare chi compra casa

Rendite catastali, valori in incremento nel 2016

L’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate ha recentemente pubblicato gli ultimi dati relativi all’andamento dello stock immobiliare tricolore, e delle conseguenti rendite catastali nel corso del 2016. Ebbene, stando agli aggiornamenti compiuti, è emerso come la rendita catastale complessiva che è stata attribuita allo stock immobiliare italiano sia stata pari a 37,1 miliardi di euro nell’ultimo anno, di il 60,8% in mano alle persone fisiche (22,6 miliardi di euro), il 39,1% in mano alle persone non fisiche (14,5 miliardi di euro), e lo 0,1% attribuibile ai beni comuni censibili (30 milioni di euro). Leggi tutto Rendite catastali, valori in incremento nel 2016

Compravendite abitazioni, Roma consolida crescita in doppia cifra

Secondo i dati recentemente forniti dall’OMI, nel corso del primo trimestre 2017 le vendite di abitazioni nell’area di Roma sarebbero cresciute del 10,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un incremento delle case vendute, in termini assoluti, da 6.544 unità a 7.213 unità.

Il dato capitolino conferma non solamente una buona accelerazione del trend rispetto all’intero 2016 (anno in cui le vendite immobiliari residenziali crebbero del 7,7% a/a), quanto anche una statistica superiore alla media nazionale (+ 8,6% a/a) e alla media delle otto principali città italiane per popolazione (+ 9,9%). Leggi tutto Compravendite abitazioni, Roma consolida crescita in doppia cifra

disintermediazione immobiliare

IL PERICOLOSO FAI-DA-TE NELL’IMMOBILIARE

É tanto tempo ormai, da quando assistiamo ad una crescente tendenza ad incentivare la disintermediazione nel campo immobiliare. Spieghiamo subito, per i non addetti ai lavori, che con tale termine si intende l’attività di vendita o locazione di un immobile effettuata direttamente dal proprietario e dalla controparte (acquirente o inquilino) senza l’intervento di un agente immobiliare professionista.

Oltre alla spiccata tendenza degli italiani ad esser tuttologi e a non voler pagare il servizio di consulenza in generale, quando si tratta, in particolare, della vendita del proprio immobile, si fortifica quella convinzione di sapere tutto ed essere in grado di fare da soli, senza ricorrere all’attività professionale di un esperto agente immobiliare. É vero che alcuni agenti immobiliari non sono preparati né adottano standard qualitativi elevati nell’offrire i propri servizi, ma la stragrande maggioranza degli agenti immobiliari italiani é composta da professionisti seri, costantemente aggiornati e quotidianamente impegnati nell’offrire servizi di alta qualità ai propri clienti. Leggi tutto IL PERICOLOSO FAI-DA-TE NELL’IMMOBILIARE

Rischi connessi alle donazioni

Spesso persone interessate ad acquistare un immobile, procedono a formalizzare l’impegno all’acquisto senza interessarsi fin da subito della provenienza, ossia di tutti gli atti precedenti che giustificano il titolo di proprietà in capo al venditore. In alcuni casi tale leggerezza determina l’impegno ad acquistare un immobile in modo non sicuro. E’ questo il caso quando nella provenienza c’è un atto di donazione.

Infatti, secondo il nostro ordinamento giuridico, allo scopo di tutelare i legittimari (coniuge, figli e ascendenti del defunto), l’acquisto per donazione può, nel tempo e in presenza di particolari circostanze, venir meno per effetto dell’eventuale esercizio vittorioso dell’azione di riduzione da parte dei legittimari lesi nei propri diritti, con possibili ripercussioni anche nei confronti di terzi aventi causa dal donatario, soprattutto qualora il donatario non possieda beni sufficienti a soddisfare le ragioni degli istanti. Leggi tutto Rischi connessi alle donazioni