disintermediazione immobiliare

IL PERICOLOSO FAI-DA-TE NELL’IMMOBILIARE

É tanto tempo ormai, da quando assistiamo ad una crescente tendenza ad incentivare la disintermediazione nel campo immobiliare. Spieghiamo subito, per i non addetti ai lavori, che con tale termine si intende l’attività di vendita o locazione di un immobile effettuata direttamente dal proprietario e dalla controparte (acquirente o inquilino) senza l’intervento di un agente immobiliare professionista.

Oltre alla spiccata tendenza degli italiani ad esser tuttologi e a non voler pagare il servizio di consulenza in generale, quando si tratta, in particolare, della vendita del proprio immobile, si fortifica quella convinzione di sapere tutto ed essere in grado di fare da soli, senza ricorrere all’attività professionale di un esperto agente immobiliare. É vero che alcuni agenti immobiliari non sono preparati né adottano standard qualitativi elevati nell’offrire i propri servizi, ma la stragrande maggioranza degli agenti immobiliari italiani é composta da professionisti seri, costantemente aggiornati e quotidianamente impegnati nell’offrire servizi di alta qualità ai propri clienti. Leggi l’articolo IL PERICOLOSO FAI-DA-TE NELL’IMMOBILIARE

Rischi connessi alle donazioni

Spesso persone interessate ad acquistare un immobile, procedono a formalizzare l’impegno all’acquisto senza interessarsi fin da subito della provenienza, ossia di tutti gli atti precedenti che giustificano il titolo di proprietà in capo al venditore. In alcuni casi tale leggerezza determina l’impegno ad acquistare un immobile in modo non sicuro. E’ questo il caso quando nella provenienza c’è un atto di donazione.

Infatti, secondo il nostro ordinamento giuridico, allo scopo di tutelare i legittimari (coniuge, figli e ascendenti del defunto), l’acquisto per donazione può, nel tempo e in presenza di particolari circostanze, venir meno per effetto dell’eventuale esercizio vittorioso dell’azione di riduzione da parte dei legittimari lesi nei propri diritti, con possibili ripercussioni anche nei confronti di terzi aventi causa dal donatario, soprattutto qualora il donatario non possieda beni sufficienti a soddisfare le ragioni degli istanti. Leggi l’articolo Rischi connessi alle donazioni