Nuova impennata dei mutui: + 2,6% nel volume complessivo

Report ABI mutui casa
Condividi
  •  
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Nel corso del mese di febbraio 2018 (ultimo periodo al quale è possibile riferire dei dati ufficiali dell’associazione dei banchieri), l’ammontare complessivo dei mutui in essere delle famiglie ha registrato una variazione positiva del 2,6% rispetto a inizio dell’anno precedente, quando già erano chiari alcuni segnali di miglioramento. Lo sostiene l’ABI, che nel suo bollettino mensile di aprile contribuisce a certificare anche l’impennata nelle erogazioni di nuovi mutui per la casa.

Le cause dell’aumento dei prestiti

Stando a quanto ulteriormente asserisce l’ABI nel suo Monthly Outlook, all’incremento dei prestiti alle famiglie hanno generalmente contribuito tutti i principali segmenti, come il credito al consumo (soprattutto nel Settentrione d’Italia), e i mutui per l’acquisto di abitazioni, nostro principale focus odierno, il cui sviluppo è stato quasi omogeneo ovunque sul territorio della Penisola.

Per quanto attiene le cause che sono elevabili come sottostanti di questa tendenza, l’associazione dei banchieri non sembra avere indugi nel ricordare come la spinta sia stata prodotta dalla coesistenza di tre diverse determinanti come la crescita del reddito, il permanere dei bassi livelli dei tassi di riferimento e le prospettive favorevoli del mercato immobiliare, su cui l’ABI ebbe già modo di compiere delle osservazioni particolarmente positive nel corso della seconda parte dello scorso anno.

Fattori di favore, quelli di cui sopra, che dovrebbero poter permettere al mercato creditizio di poter svolgere un ruolo di favorevole sostegno anche nel corso dei prossimi mesi, consentendo così al 2018 di potersi candidare come un esercizio sicuramente di rilievo nel lungo percorso di recupero rispetto alle difficoltà congiunturali in cui era caduto fin dall’ultima parte dello scorso decennio.

Tassi in calo, ma occhio all’IRS in aumento

Concludendo il nostro breve focus con un richiamo sui tassi bancari, non possiamo favorevolmente notare come il livello medio di quelli applicati alle nuove operazioni di finanziamento casa di marzo sia stato confermato sulle soglie già in vigore negli ultimi quattro mesi, all’1,90%. Un dato che è pertanto stabilizzatosi sui minimi storici, 21 punti base in meno rispetto a un anno fa, e 67 punti base in meno a due anni fa, quando peraltro la parabola discendente del costo del denaro aveva già preso il via.

Non è questo, comunque, l’unico dato che salta agli occhi dando uno sguardo alle elaborazioni dell’Ufficio Analisi Economiche ABI. Non sfugge infatti la presenza di un IRS in continuo incremento, con la scadenza a 10 anni che negli ultimi quattro mesi è cresciuto dallo 0,83% all’1,04%: troppo presto per poter assistere a tangibili segnali di incremento nei tassi finiti applicati alla clientela bancaria, ma non certo troppo tardi per poter anticipare che, nei prossimi mesi, probabilmente i tassi fissi saranno più cari rispetto a quelli che i nuovi mutuatari hanno la possibilità di “congelare” in questi giorni.

Difficile, comunque, ipotizzare che nel corso del 2018 i tassi fissi possano crescere talmente tanto da rendersi meno appetibili agli occhi di chi contrarrà un mutuo casa, contribuendo così a relegare la convenienza dei tassi variabili alle sole operazioni con durata di più breve termine.

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi essere avvisato quando ci saranno nuovi articoli?
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy

LR Immobiliare
Seguici

LR Immobiliare

Agenzia Immobiliare Roma at LR Immobiliare
La LR Immobiliare nasce da un'idea di Leonardo Raso per soddisfare le esigenze della clientela che spesso non riesce ad incontrare interlocutori seri ed affidabili nell'ambito del mercato immobiliare di Roma, con l'obiettivo di diventare uno dei punti di riferimento per gli acquirenti di immobili della Capitale e per i colleghi professionisti ispirati dagli stessi ideali di serietà e professionalità.
LR Immobiliare
Seguici

Condividi
  •  
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares