Mutui casa, condizioni sempre più favorevoli per le nuove operazioni

Condividi
  •  
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

Sono sempre più favorevoli le condizioni economiche dei nuovi mutui casa: ad accertarlo è l’ABI, che nel suo ultimo bollettino mensile (di maggio, ma con dati aggiornati a marzo o ad aprile a seconda del parametro di riferimento) evidenzia come il tasso di interesse applicato sulle nuove operazioni di finanziamento per acquisto di abitazione sia calato a un valore medio dell’1,85%, contro l’1,88% del mese precedente e contro il 5,72% di fine 2007, la vetta di questa serie storica.

Cresce la propensione all’indebitamento

Il dato sulla nuova contrazione dei tassi medi applicati alle operazioni di mutuo non è – comunque – l’unica evidenza degna di nota nel report mensile dell’associazione dei banchieri.

Dalle sfaccettature del dossier emerge infatti l’impressione di una ulteriore crescita della propensione all’indebitamento da parte delle famiglie italiane, certificabile sia dalla positiva dinamica degli stock dei mutui bancari, sia dalla maggiore rilevanza delle operazioni in contrazione.

Stando a quanto rammenta ancora l’ABI, infatti, i finanziamenti tramite mutui ipotecari hanno continuato a coprire una quota largamente maggioritaria delle compravendite, arrivando a “pesare” intorno all’80%, contro un valore minimo del 55% risalente al II trimestre del 2013. A crescere è anche il loan-to-value, ovvero la proporzione tra il prestito concesso e il valore dell’immobile, con valori elevati intorno al 70%, e dunque ben oltre il livello minimo del 55,8%, riscontrato sempre nel II trimestre 2013.

Buone notizie anche sul fronte delle politiche creditizie delle banche, evidentemente un po’ più generose del passato: la quota di agenti immobiliari che hanno indicato nelle difficoltà di ottenere un mutuo la causa della cessazione degli incarichi a vendere è infatti calata al livello minimo dall’avvio della serie storica del sondaggio di Bankitalia, nel 2009.

Ciclo immobiliare in ripresa

Nel suo focus l’associazione si sofferma altresì a delineare a grandi linee quelle che potrebbero essere le più attese evoluzioni del mercato immobiliare italiano: evoluzioni che, ben inteso sembrano essere piuttosto rosee e, pur reggendosi su fondamentali ancora deboli, fanno ben sperare per una seconda parte d’anno di ulteriore spinta.

Per il momento, non ci si può che confortare con i già positivi dati consuntivi. Lo stock di case invendute (che rimane in verità ancora piuttosto esteso) è in costante riduzione, mentre cresce il numero delle compravendite. Secondo il Rapporto sulla stabilità finanziaria dello scorso 27 aprile ad opera di Bankitalia, inoltre, è incrementato l’interesse delle imprese di costruzione a espandere i propri investimenti per l’anno in corso.

È ancora di Bankitalia l’ulteriore materiale analitico citato dall’ABI a supporto delle proprie convinzioni di ripresa del mercato immobiliare della Penisola: l’associazione richiama infatti alla mente i risultati positivi del recente sondaggio condotto su un cluster di oltre 1.500 agenzie immobiliari, dal quale si possono evincere chiari segnali di rafforzamento della domanda, con il numero di agenzie che hanno intermediato almeno un immobile che è cresciuto rispetto alla rilevazione precedente, e con il numero di giacenze degli incarichi a vendere che è – di contro – diminuito.

Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi essere avvisato quando ci saranno nuovi articoli?
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy

LR Immobiliare
Seguici

LR Immobiliare

Agenzia Immobiliare Roma at LR Immobiliare
La LR Immobiliare nasce da un'idea di Leonardo Raso per soddisfare le esigenze della clientela che spesso non riesce ad incontrare interlocutori seri ed affidabili nell'ambito del mercato immobiliare di Roma, con l'obiettivo di diventare uno dei punti di riferimento per gli acquirenti di immobili della Capitale e per i colleghi professionisti ispirati dagli stessi ideali di serietà e professionalità.
LR Immobiliare
Seguici

Condividi
  •  
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares