Tassi variabili, quali differenze tra il “vecchio” e il “nuovo” Euribor

La Commissione Europea ha deciso di rinviare di due anni l’adozione del nuovo Euribor, in maniera tale da dare agli istituti di credito più tempo per potersi adattare ai cambiamenti che verranno.

Ma quali saranno gli approcci che disciplineranno il calcolo del nuovo Euribor? E, soprattutto, quali saranno gli impatti su coloro che hanno sottoscritto (o si accingono a farlo) un finanziamento a tasso di interesse variabile?

Continua a leggere Tassi variabili, quali differenze tra il “vecchio” e il “nuovo” Euribor

Tassi mutui casa, livelli ancora più bassi secondo l’ABI

Contrariamente alle previsioni che sostenevano per questa prima parte dell’anno un rincaro del costo dei mutui, il bollettino mensile ABI sembra spegnere qualsiasi focolare di incremento nel costo del denaro per i consumatori, affermando – di contro – che i tassi di interesse medi per le nuove operazioni di finanziamento di acquisto abitazioni sono calati ancora, giungendo all’1,87% nel mese di marzo, contro l’1,91% di febbraio e contro il picco recente del 5,72% toccato alla fine del 2007, poco prima dell’inizio della crisi economico finanziaria.

Continua a leggere Tassi mutui casa, livelli ancora più bassi secondo l’ABI

Mutui Casa, crescono le erogazioni e i tassi di interesse

Dai dati al 31 gennaio 2019 formulati dall’ABI, emerge come i prestiti a famiglie e imprese abbiano registrato una crescita dell’1% su base annua: un buon incremento, che tuttavia è stato ben superato dalla crescita del mercato dei mutui, il cui sviluppo è stato del 2,5% su base annua, confermando dunque la buona spinta che i finanziamenti per l’acquisto di abitazioni stanno conferendo al mercato del credito.

Continua a leggere Mutui Casa, crescono le erogazioni e i tassi di interesse

Mutui casa, a settembre il tasso medio è dell’1,79%

Secondo le ultime rilevazioni dell’ABI, nel mese di settembre il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni è stato pari all’1,79%. Un costo mai così basso nel recente passato, in grado di ritoccare (in giù) l’1,85%  di agosto 2008 e il 5,72% della fine del 2007. Dunque, indebitarsi per acquistare casa è sempre più conveniente e, probabilmente, è proprio questo il momento di maggiore convenienza: all’orizzonte si profila infatti un rialzo tendenziale del costo del denaro e, forse, i primi sintomi tangibili di ciò potrebbero avvertirsi già nelle prossime settimane. Continua a leggere Mutui casa, a settembre il tasso medio è dell’1,79%